NAZIONE MERIDIONALE

La voce che parla ai popoli muti dell’Italia del Sud, nel centro storico del Mediterraneo plurale, nella cultura che non abita la periferia del mondo.

 

Fondatore  Nicola  ZITARA, Siderno  ( RC ),  2003-2010. A cura di Bruno Cutrì.

Nicola ZITARA

Pensieri e Riflessioni di un Giornalista.

 

Fastidioso rumore di fondo.

di Bruno Cutrì

 

Saggi Prefazione ( in revisione )

La Legge di Archimede

A volte, nella variegata presenza di opere insigni, il passato viene ricostruito per compiacere il presente, per rassicurare il futuro.

 

Andare controcorrente non sempre ripaga l’ingegno; solo la verità si arricchisce dello sguardo disincantato di chi la ama. E, non amato, quando non  trasforma in meglio la realtà, migliora le coscienze; a volte...

 

‘O Sorece morto

Questo è un  Romanzo di Nicola Zitara che regala segni e sogni: di un mondo possibile, ormai svanito nel nulla.

Una breve Introduzione di Carlo Beneduci.

Novità : ( in revisione )

I Seminari di MERIDIE

 

Edizioni  WEB

Questa area è dedicata alla promozione dei progetti che la Fondazione, intitolata a Nicola ZITARA, sostiene per attuare un suo desiderio di conoscenza e divulgazione.   Nei modi che INTERNET oggi consente sul piano tecnico e potenzia su quello delle relazioni sociali.

 

Piano dell’Opera

 

Autori e Redattori - Contributi

 

In preparazione la WEB-TVd

Per completare un quadro non basta una cornice; occorre una buona vista ed un pensiero critico.

MONGIANA                       FERDINANDEA

Sostieni l’iniziativa

Fondazione ZITARA

Costruisci la Libertà

Editoriali Nei libri di storia ufficiale, fin dal 1861 ad oggi, la Storia d’Italia l’hanno scritta e l’hanno imposta i vincitori.

Fatti, eventi, personaggi reali sono raffigurati e rappresentati nella fantasia positiva che riepiloga le magnifiche sorti e progressive del popolo italiano.

Ma la realtà vissuta, nel suo divenire secondo leggi imperscrutabili, è stata anche quella dei vinti, che non l’hanno potuta ancora raccontare.

Appartiene agli Storici il compito di fissare le due facce della medaglia, per restituire alla memoria le ragioni dell’Umanità intera.

L’Italia del Sud era una Nazione, governata da una monarchia dinastica, ma era una Nazione, vitale e ben distinta dall’Italia del Nord.

L’unità di Italia è stata l’epopea del Capitale di rapina, risorto al Nord a danno del Sud. A scorno degli Storici risorgimentisti, che chiudendo un occhio sulla realtà intera, la falsificano e pretendono di illuminare la memoria cancellando l’altra metà del cervello.

 

Articoli Eventi quotidiani, che i Media diffondono via Stampa, via Cavo, via Etere; sono spunti che avviano riflessioni in contrappunto, sullo stato delle popolazioni meridionali; per i meridionali autentici; per i quali la storia ufficiale distorce la verità, l’incoscienza politica distorce la crescita culturale; volontà oscure distorcono lo sviluppo pacifico ed equilibrato.

Fuori dal coro degli Ascari e dei Lestofanti che osannano l’Unità che ha diviso l’Italia, che ha depredato e spopolato il SUD. Per rivedere al microscopio le dinamiche politiche, sociali, economiche dell’Italia attuale.  E capire oggi le cause di ieri.

 

Comunicati Associazioni culturali, movimenti di pensiero, studiosi provano a riconoscersi nelle idee di riscatto. Comunicano speranze, programmi di intenti e di azioni, per fare rinascere un passato - sconosciuto ai più - per migliorare un futuro che il presente deturpa.